15 de maio de 2017

idi itaIl cartello è comparso in paese contro l’ipotesi che la parrocchia ospitasse 24 richiedenti asilo. “Questa è una minaccia, noi i negri non li vogliamo”. A rispondere alla provocazione ci ha pensato un medico, che su Facebook ha annunciato l’intenzione di non curare più gli autori di quel manifesto, e chi la pensa come loro. Perché si tratta di un volantino, spiega, “di razzismo e intolleranza inaccettabile”

Roma, 12 maggio 2017 – Il cartello è comparso in paese contro l’ipotesi che la parrocchia ospitasse 24 richiedenti asilo. “Questa è una minaccia, noi i negri non li vogliamo”. A rispondere alla provocazione ci ha pensato un medico, che su Facebook ha annunciato l’intenzione di non curare più gli autori di quel manifesto, e chi la pensa come loro. Perché si tratta di un volantino, spiega, “di razzismo e intolleranza inaccettabile”

E’ successo in due piccole frazioni della provincia di Cuneo, Roata Canale e Spinetta. Protagonista il dottor Corrado Lauro, che lavora nel reparto di Chirurgia generale dell’ospedale Santa Croce di Cuneo. La vicenda è riportata ieri sulle pagine locali di alcuni quotidiani. 

“Siete pregati di rivolgervi a un altro più qualificato professionista”, puntualizza sul social il medico, che dice: nessun intervento sanitario “se non in caso di immediato rischio di vita o qualora si configurassero le condizioni di una denuncia per omissione di soccorso”.

Fonte: http://www.stranieriinitalia.it/attualita/attualita/attualita-sp-754/il-paese-non-vuole-gli-stranieri-e-il-medico-replica-agli-abitanti-io-non-vi-curo-piu.html 15.05.2017