A- A A+

Svizzera: continua l’immigrazione di cittadini Ue, allo studio misure straordinarie di contingentamento.

Solo dall’Italia gli ingressi sono cresciuti del 50% tra il 2011 e il 2012.

Cresce il flusso di immigrati verso la Svizzera. E non solo dall’Italia – con un numero di migranti che tra il 2011 ed il 2012 è salito del 50% – ma anche dagli altri Paesi Ue, per questo Berna potrebbe decidere di mettere un freno, facendo scattare – sottolinea la stampa elvetica – il suo diritto di attivare una speciale clausola di salvaguardia per limitare i permessi di soggiorno concessi ai cittadini Ue.
Dall’Italia il flusso migratorio ha registrato – rivelano i dati dell’Ufficio federale delle migrazioni (Ufm) – un’impennata del 50% tra il 2011 ed il 2012, passando da 5.318 immigrati supplementari registrati nel 2011 agli 8.035 dell’anno scorso, Ma il caso italiano non è isolato. Un numero crescente di europei continua a giungere in Svizzera per cercare lavoro. La misura che la Svizzera potrebbe far scattare per frenare questo trend, prevista dagli accordi di libera circolazione delle persone tra la Svizzera e l’Ue, è già stata attivata da Berna l’anno scorso, ma solo nei confronti di otto Paesi dell’Europa dell’Est membri dell’Ue (Ue-8). Una decisione che aveva suscitato non pochi malumori a Bruxelles e nei Paesi interessati. Ora la Svizzera potrebbe compiere un’ulteriore passo ed estendere per la prima volta l’applicazione della clausola ai Paesi dell’Ue-17, ovvero i vecchi Stati membri dell’Ue tra cui l’Italia, Cipro e Malta.
La clausola di contingentamento dei permessi non scatta automaticamente e la decisione, attesa nei prossimi mesi, non sarà facile. Berna dovrà soppesare considerazioni economiche e politiche e considerare pressioni opposte: una parte dell’opinione pubblica interna preme infatti per un freno all’immigrazione, ma una decisione in tal senso rischia di accentuare le tensioni con Bruxelles. La sola certezza, concerne i dati. L’anno scorso, la Svizzera ha concesso, 55.430 permessi di soggiorno di lunga durata ai cittadini provenienti dai Paesi dell’Ue-17, in rialzo del 4,6% rispetto al 2011. E a questi, si sommano i permessi di breve durata che hanno raggiunto quota 54.185, ossia il 5,7% in più rispetto all’anno precedente.
(Red.)

Fonte: http://immigrazioneoggi.it/daily_news/notizia.php?id=005125 18.03.2013

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

Iglesia salvadoreña pide a EEUU respetar derechos de migrantes

COMPARTILHE

La iglesia católica de El Salvador demandó este domingo a Estados Unidos respetar los derechos de unos 200,000 salvadoreños, luego que el gobierno estadounidense anunció para 2019 el fin del estatuto de protección temporal (TPS), que les permite residir en ese país.

Leia mais...

Paris Attacks May Unsettle EU’s Debate on Migration

COMPARTILHE

 Chancellor Angel Merkel has been under intensifying fire for opening Germany’s doors to refugees

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook