A- A A+

Religione e Politica. A Casteani Vannino Chiti: "Gli immigrati regolari votino alle amministrative"

Le sfide del nostro tempo, la crisi, la pace, lo sviluppo sostenibile. Sono stati questi i temi che Vannino Chiti, vicepresidente del Senato, ha affrontato nell’incontro pubblico di Casteani venerdì scorso in occasione della presentazione del suo ultimo libro, dal titolo “Religioni e politica nel mondo globale. Le ragioni di un dialogo”, alla festa del Centrosinistra Gavorranese.

E proprio dalla religione e dal rapporto con la società italiana di oggi, multietnica e multiculturale, è iniziato il confronto con il suo interlocutore: Don Francesco Capolupo, cresciuto a Gavorrano e parroco in un paesino dell’aretino. A moderare l’incontro Massimo Borghi che introdotto i due protagonisti dell’iniziativa.

Un confronto che ha fornito spunti di riflessione sulla società di oggi e l’impatto della globalizzazione, dell’integrazione e del rapporto con il diverso.

«Oggi è facile venire a contatto con il diverso – ha detto Don Francesco – ma questo non ci deve spaventare: dal confronto possiamo arricchirci e anzi il confronto con culture o religioni diverse ci deve spingere ad approfondire la nostra identità e le nostre radici».

Sulla stessa lunghezza d’onda il senatore Chiti. «In pochi anni l’Italia è passata da paese di emigranti a paese di immigrazione. Questo può essere un elemento di paura e di incertezza e per questo la politica e le istituzioni debbono gettare le basi per edificare ponti e costruire società aperte. In questo senso anche le religioni hanno una grande responsabilità: quella di privilegiare il dialogo perché hanno la capacità di parlare, oltre che alla mente, anche alla coscienza delle persone».

E durante la serata si è parlato anche di aspetti “politici” concreti. «Gli immigrati regolari – ha detto il senatore – debbono poter votare alle amministrative, così come i figli di immigrati nati in Italia devono avere la cittadinanza italiana».

Non poteva mancare un accenno sul tema di attualità per eccellenza: la crisi economica. «Non ci può combattere la crisi con gli stessi strumenti che l’hanno favorita. Bisogna dire basta al neo liberismo e introdurre regole chiare». E in merito alla situazione economica italiana e degli enti locali, prima di lasciare Casteani e la Maremma, Chiti ha risposto anche alla domanda dell’assessore al bilancio di Gavorrano Gianfranco Mazzi che in privato aveva chiesto al senatore che fine farà l’IMU. «Sarà tutta a disposizione dei comuni nel 2013?» la domanda di Mazzi; «Sì, almeno questo è quello che ha promesso Monti» ha risposto il senatore.

Fonte: http://www.ilgiunco.net/2012/07/29/religione-e-politica-a-casteani-vannino-chiti-gli-immigrati-regolari-votino-alle-amministrative/ - 29.07.12

COMPARTILHE
NOTÍCIAS

"L’Islam non appartiene all’Europa", la crociata di Viktor Orban

COMPARTILHE

Il premier conservatore: "Non critico Francia e Germania, ma in Ungheria decidiamo noi. Non vogliamo una società multiculturale"

Leia mais...

Thousands Of Young Women In U.S. Forced Into Marriage

COMPARTILHE

 Lina describes herself as strong and independent. Born in Yemen and brought to the U.S. as a toddler, the 22-year-old now works retail at a mall to pay her way through college.

Leia mais...
BIBLIOTECA

biblioteca

O CSEM possui uma biblioteca especializada em migrações abrangendo em seu acervo aproximadamente 3 mil livros, periódicos e revistas científicas de vários países. 

Para consultar nossa biblioteca online visite o site da biblioteca e pesquise em nosso acervo.Horário de funcionamento: segunda a sexta-feira, das 9h às 17h


Centro Scalabriniano de Estudos Migratórios - CSEM
SRTV/N Edificio Brasília Radio Center
Conj. P - Qd. 702 - Sobrelojas 01/02
CEP: 70719-900 - Brasília - DF / Brasil
Tel/Fax: +55 (61) 3327 0669
O endereço de e-mail address está sendo protegido de spambots. Você precisa ativar o JavaScript enabled para vê-lo.

twitter   facebook